Close

La zeolite

Difesa piante, Nicola Giannico Agronomo, Puglia

Quando devi fare un trattamento capita spesso che il farmacista agricolo Giggino ti consigli additivi, adesivanti, coadiuvanti e polveri di roccia, alghe, pietre filosofali e polveri di drago…

Qualche volta ti convince pure e acquisti questa roba dai poteri esoterici…

Ma a conti fatti non noti nessun cambiamento…o forse lo noti al portafoglio in negativo!

In questo articolo ti spiego in modo semplice la zeolite che cosa è, a cosa serve e quando usarla.

Cosa è?

La zeolite è una polvere di roccia con minerali che hanno una particolare forma geometrica che le conferisce determinate proprietà. Inoltre è un corroborante, con tale termine si indica un prodotto di origine naturale, non ascrivibile alla categoria dei fertilizzanti, che migliora la resistenza delle piante nei confronti degli organismi nocivi, proteggendo da danni non provocati da parassiti.

Non tutte le zeoliti sono uguali, io ti sto parlando della zeolite cubana, che ritengo sia la migliore.

A cosa serve?

Le funzionalità sono svariate, ma ti faccio un breve elenco con i relativi vantaggi.

  • Funzione coprente della vegetazione.

La zeolite essendo una polvere copre la vegetazione di un velo biancastro. Infatti uno degli obiettivi quando si usa questo prodotto è proprio quello di creare “una pellicola” sulla vegetazione che serve a “mascherarla” dagli insetti che tendono a trovare la pianta meno appetitosa, oltre che le ife fungine non riusciranno a penetrarla.

  • Sinergia con i prodotti fitosanitari.

Questo prodotto abbinato ai fitofarmaci ne migliora l’efficacia nel tempo e consente di usare meno prodotto. Ad esempio se abbini il dimetoato/rogor alla zeolite avrai più successo nella lotta entomologica.

  • Assorbe e cede umidità.

Grazie alle caratteristiche dei suoi minerali la zeolite in caso di eccesso di umidità, o pioggia, assorbe al suo interno l’acqua. Questo fenomeno consente di avere la superficie fogliare più asciutta e meno suscettibile alle ife fungine. Al contrario, quando l’aria è secca e l’umidità è bassa, cede l’acqua all’esterno, consentendo alla pianta di resistere meglio alla siccità e ai danni da bruciature solari.

  • Aiuta a contrastare gli insetti e le malattie fungine.

Per le proprietà precedentemente dette crea un ambiente sfavorevole alla crescita e al proliferarsi delle malattie fungine mentre per gli insetti entomopatogeni, quando si nutrono, questa polvere tende a danneggiare il loro apparato boccale e quindi ne compromette l’azione trofica. Questo si traduce in una maggior moria di insetti dannosi.

Ovviamente come ho detto prima questo vale solo per la zeolite cubana!

Quando usarla?

La si può usare sempre, non ha controindicazioni, ma mi raccomando quando riempite la cisterna della botte irroratrice o dell’atomizzatore fate attenzione a mettere prima la zeolite nell’acqua e poi il prodotto fitosanitario onde evitare pasticci e grumi di polvere in sospensione.

Con questo articolo spero di averti spiegato in modo semplice de esaustivo la zeolite, ma ora cosa devi fare?

Chiama un agromanager che ti guidi nell’uso di questo prodotto, contattami e iniziamo ad eseguire trattamenti fitosanitari con un valore aggiunto per le tue colture!

One Comment on “La zeolite

  • Ernesto Anniballo
    18 Luglio 2018 at 14:38

    ciao sono Ernesto Anniballo, AGROBIOTEC srl, agente BIOHELP YOUR PLANET, scusami se non ti ho più ricontattato, ma spero di incontrarti al più presto.
    Ho letto questi tuoi suggerimenti sull’uso della zeolite, molto giusti.
    Unica perplessità la tua sicurezza sulla qualità della zeolite cubana.
    Non so dove hai preso questa informazione ma ti assicuro che c’è di meglio.
    Quella fornita da BHYP, e devo essere di parte, è, secondo i miei tecnici,migliore:
    – migliore efficacia;
    – migliore struttura mineralogica che lo rende più adesivante e persistente;
    – migliore micronizzazione (sotto i 20 micron ma già disponibile a 10 micron) per un più efficace utilizzo in fertirrigazione evitando intasamenti;
    – migliore distribuzione sulla superficie fogliare;
    – migliore azione detossificante;
    – migliore attività della rizosfera;
    – migliore azione sinergica con i fungicidi contatto es Rame e Zolfo e insetticidi abbattenti.
    Ti trasmetto per mail la scheda tecnica.
    Buona lettura
    Ernesto

    Rispondi
  • Chriss
    4 Gennaio 2019 at 13:20

    10 micron ??? Una bella barzelletta sig. Ernesto, per dimostrare pubblica la scheda tecnica e mineralogia del suo materiale e anche la curva granulometrica dei 10 micron
    cristyan74@yahoo.it
    Cordialità

    Rispondi
  • Gian Luca Spezzigu
    16 Novembre 2020 at 17:18

    Salve, mi chiedevo se la Zeolite cubana fosse efficace anche contro le lumache e le limacce, oppure consiglia meglio il fosfato ferrico? Grazie Gian Luca

    Rispondi
    • NG_Agronomo
      20 Novembre 2020 at 19:08

      Ciao GianLuca, grazie di aver commentato. La zeolite con la sua formazione minerale disturba qualsiasi apparato boccale perché detto in termini semplci è come se avessi aggiunto la sabbia nel piatto di pasta, pertanto la puoi applicare anche per le lumache e le limacce. Però quando si usa la zeolite bisogna usarla con una strategia ben precisa: va applicata in modo preventivo sulle piante, prima della comparsa delle lumache. Il fosfato ferrico va bene utilizzarlo a “danno” già in atto, al contrario della zeolite che a danno in corso non ti fa nulla contro le lumache.

      Rispondi
  • Marco
    10 Dicembre 2020 at 13:20

    Salve, mi chiedevo se la zeolite cubana si può aggiungere al tca

    Rispondi
    • NG_Agronomo
      14 Dicembre 2020 at 12:29

      Ciao Marco, non so dirle. In merito al TCA del vino non c’è stata alcuna sperimentazione in merito che io sappia. Tuttavia la zeolite che uso è per l’utilizzo in pieno campo.

      Rispondi
  • Loredana
    26 Febbraio 2021 at 12:09

    Buongiorno, posso usare la zeolite anche per proteggere le foglie dalle ustioni solari?
    Molti la consigliano, ma qualche produttore ne sconsiglia l’uso con il caldo.
    (nello specifico il caldo sarebbe molto intenso, ho un albero di ciliegio che nel mese di agosto é esposto nelle ore centrali della giornata a doppio irraggiamento, solare diretto e riflesso dalla vetrata delle scale di un edificio a tre piani ).
    Grazie

    Rispondi
  • Gianluigi
    25 Aprile 2021 at 11:12

    Ci son vari tipi di zeolite?
    Se ci fosse quale la migliore?
    Poi quante volte bisogna darla sulle piante?

    Rispondi
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *